29 Settembre 2021
Home / Comunicati FNOMCeO / Stima della prevalenza delle varianti VOC (Variants of Concern) in Italia – Indagine 24 agosto 2021

Stima della prevalenza delle varianti VOC (Variants of Concern) in Italia – Indagine 24 agosto 2021

La FNOMCeO trasmette la circolare del Ministero della Salute 20 agosto 2021 recante “Stima della prevalenza delle varianti VOC (Variants Of Concern) in Italia: B.1.1.7, B.1.351, P.1, B.1.617.2 e altre varianti di SARS-CoV-2”.

Al fine di stabilire una mappatura del grado di diffusione delle varianti VOC di SARS-CoV-2: B.1.1.7, B.1.351, P.1, B.1.617.2 (varianti definite alfa, beta, gamma e delta, rispettivamente) e altre varianti di SARS-CoV-2, è stata realizzata una indagine rapida (quick survey) coordinata dall’Istituto Superiore di Sanità con il supporto della Fondazione Bruno Kessler e in collaborazione con il Ministero della Salute, le Regioni e le PPAA (Provincie Autonome). L’obiettivo di questa indagine è quello di identificare, tra i campioni con risultato positivo per SARS-CoV-2 in RT-PCR, possibili casi di infezione riconducibili a queste varianti.

“Le stime di prevalenza – viene evidenziato – sottolineano come la variante delta sia ormai ampiamente predominante in tutto il territorio nazionale. La stima di prevalenza della variante delta è in linea con quanto osservato in altri Paesi Europei. La variante Delta è, infatti, caratterizzata da una trasmissibilità dal 40 al 60% più elevata rispetto ad altre varianti, come ad esempio la variante Alfa, ed è associata a un rischio più elevato di infezione in soggetti non vaccinati o parzialmente  vaccinati. E’ necessario continuare a monitorare con grande attenzione, in coerenza con le raccomandazioni nazionali ed internazionali e con le indicazioni ministeriali, la loro diffusione e, in particolare, di quelle a maggiore trasmissibilità o con mutazioni correlate a potenziale evasione della risposta immunitaria”.

“Al fine di contenerne ed attenuarne l’impatto, è importante mantenere l’incidenza di SARS-CoV-2 a valori che permettano il sistematico tracciamento della maggior parte dei casi positivi e, per quanto possibile, il sequenziamento massivo di SARS- CoV-2, per individuare precocemente e controllare l’evoluzione e il rapido diffondersi di varianti virali nel nostro Paese”.

LA CIRCOLARE

L’INDAGINE

Nuove varianti Covid, aggiornamento sulle misure di quarantena e di isolamento – Circolare Ministero Salute

Forse cercavi

Equivalenza di vaccini anti SARS-CoV-2/COVID somministrati all’estero

Con la circolare del 23 settembre 2021 il Ministero della Salute specifica che i seguenti …