22 aprile 2018
Home / News / Caos specializzazione. OMCeO Piacenza valuta il ricorso

Caos specializzazione. OMCeO Piacenza valuta il ricorso

Non si placa la rivolta dei giovani medici. Le prove per l’accesso alle specializzazioni del 29 ottobre sono state invertite con quelle del 31 in relazione alle aree Medica e dei Servizi clinici: 11.242 candidati avrebbero dovuto ripetere i quiz il 7 novembre, ma il Miur ha però fatto marcia indietro, dopo giornate di polemiche e accuse. Restano comunque ancora tanti interrogativi sulla “prova della discordia”, tanto che è prevista un’ondata di ricorsi amministrativi per impugnare i risultati dei test.

L’Ordine piacentino, con l’avvocato Giuseppe Manfredi del Foro di Piacenza, ha incontrato nei giorni scorsi gli aspiranti specializzandi nella sede di via San Marco, per cercare di dare informazioni sul caos che ha travolto anche nel Piacentino decine di giovani medici. E’ stata presentata ufficiale richiesta di accesso agli atti al Ministero, perchè possa essere valutata la strada giuridica. Nel frattempo, l’Ordine punta ad aprire un dialogo con Roma non solo sulle specializzazioni ma anche sulle criticità dell’intero percorso formativo.

 

Tutti gli aggiornamenti sulla nostra pagina di Facebook “OMCeO Piacenza”.

 

Leggi il parere dei Giovani Medici (Sigm) …

Le dimissioni di Ferrari su La Stampa …

La posizione di Fnomceo …

Lettera aperta di uno studente …

L’annuncio del Miur …

La protesta a Roma …

Lorenzin e FNOMCeO …

Il manifesto dei giovani medici …

Il resoconto di Libertà …

Forse cercavi

Rischio trasmissione di malattie virali e batteriche in ospedale: dalla Giunta regionale i criteri per l’idoneità degli operatori sanitari

Nei reparti di oncologia, ematologia, neonatologia, ostetricia, pediatria, malattie infettive, nei Pronto soccorso e nei …