16 agosto 2018
Home / Homepage / 2 / Se la responsabilità medica rientra in quella contrattuale è il paziente che deve provare il nesso causale tra condotta del medico e danno

Se la responsabilità medica rientra in quella contrattuale è il paziente che deve provare il nesso causale tra condotta del medico e danno

La Cassazione (ordinanza 19204/2018) ha respinto una richiesta di risarcimento per il decesso di una paziente per meningite batterica perché nei giudizi di responsabilità medica che rientrano nell’ambito della responsabilità contrattuale è il paziente che deve dimostrare il nesso di causalità tra la condotta del medico e il danno del quale chiede il risarcimento.

In questo caso il nesso non risulta provato e la causa del danno rimane quindi incerta.

L’articolo di QuotidianoSanità del 31 luglio 2018

Forse cercavi

Fiaso: in cinque anni 11.800 medici in fuga dal Servizio sanitario nazionale

Da Sanità24 – Il Sole 24 Ore del 12 luglio 2018, a firma di Ernesto …