25 Giugno 2019
Home / Homepage / Se la responsabilità medica rientra in quella contrattuale è il paziente che deve provare il nesso causale tra condotta del medico e danno

Se la responsabilità medica rientra in quella contrattuale è il paziente che deve provare il nesso causale tra condotta del medico e danno

La Cassazione (ordinanza 19204/2018) ha respinto una richiesta di risarcimento per il decesso di una paziente per meningite batterica perché nei giudizi di responsabilità medica che rientrano nell’ambito della responsabilità contrattuale è il paziente che deve dimostrare il nesso di causalità tra la condotta del medico e il danno del quale chiede il risarcimento.

In questo caso il nesso non risulta provato e la causa del danno rimane quindi incerta.

L’articolo di QuotidianoSanità del 31 luglio 2018

Forse cercavi

Premio alla carriera al Professor Alberto Martini dalla Società Europea di Reumatologia

Nuovo importante riconoscimento per il professor Alberto Martini, medico piacentino già direttore del Dipartimento di …