12 Agosto 2022

“Revisione del sistema di segnalazione delle malattie infettive (PREMAL)” – Decreto 7 marzo 2022

La FNOMCeO segnala che sulla Gazzetta Ufficiale n. 82 del 7-4-2022 è stato pubblicato il decreto 7 marzo 2022 “Revisione del sistema di segnalazione delle malattie infettive (PREMAL)” – che disciplina l’organizzazione e il funzionamento presso il Ministero della salute del Sistema di segnalazione delle malattie infettive, denominato PREMAL, individuando i soggetti che possono avervi accesso, le operazioni eseguibili, i tipi di dati che possono essere trattati, nonché le misure appropriate e specifiche per tutelare i diritti fondamentali e gli interessi dell’interessato.

Tale decreto disciplina, in particolare, le modalità di segnalazione, raccolta, elaborazione e utilizzo dei dati relativi alle malattie infettive, che vengono diagnosticate sul territorio nazionale nonché a bordo delle navi e degli aeromobili presenti sul territorio nazionale, in base a quanto disposto dal regolamento sanitario internazionale, in vigore dal 15 giugno 2007.

Tra le disposizioni di maggiore interesse – spiega la FNOMCeO – è opportuno evidenziare l’art. 5 che prevede che “I casi di malattie infettive devono essere segnalati secondo le seguenti tempistiche: a) per le segnalazioni dei casi di malattie infettive che generano allerta di cui all’art. 1, comma 1, lettera b): il medico segnala all’Azienda sanitaria il caso sospetto entro dodici ore; la competente struttura sanitaria dell’Azienda sanitaria, individuata da apposito atto aziendale, alimenta il sistema PREMAL entro ventiquattro ore; b) per le segnalazioni dei casi delle restanti malattie infettive: il medico segnala all’Azienda sanitaria il caso sospetto entro quarantotto ore; la competente struttura sanitaria dell’Azienda sanitaria, individuata da apposito atto aziendale, alimenta il sistema PREMAL entro sette giorni”.

IL DECRETO

Forse cercavi

Chiarimenti su obbligo formativo ECM in materia di radioprotezione – Nota Ministero Salute

La FNOMCeO trasmette una nota del Ministero della Salute in riscontro alla richiesta formulata dalla …