21 Ottobre 2019
Home / News / Resoconto delle attività del 2012 e 2013 e programma del 2014

Resoconto delle attività del 2012 e 2013 e programma del 2014

Direttivo

 

Cara/o Collega,

 

trascorsi due anni dall’inizio del nostro mandato riteniamo giusto fare il punto di quanto abbiamo fatto e di anticipare quanto intendiamo fare nel corso del 2014, disponibili ovviamente a dare su ogni cosa maggiori informazioni e spiegazioni a chi lo desideri.

E’ stata ristrutturata, riorganizzata e climatizzata la sede dell’Ordine, rendendola in tal modo più comoda e funzionale e ricavando due sale per le riunioni del Consiglio direttivo e delle Commissioni ordinistiche e per gli incontri con cittadini o associazioni. Chi non ha ancora avuto l’occasione di apprezzare queste novità può guardare le foto pubblicate sul nostro sito cliccando sul link https://www.ordinemedici.piacenza.it/index.php/component/content/article/91-notizie/primo-piano/390-sai-cosa-ce-di-nuovo-allordine-di-piacenza

Sono stati predisposti nuovi servizi per gli iscritti:

•  on line: consultazione dellalbo dinamico dal nostro sito ed accesso gratuito alla biblioteca della AUSL di Piacenza dalla nostra

    sede

•  di segreteria: rilascio gratuito del PIN per la certificazione on line di malattia, fornitura della casella di posta elettronica

    certificata (PEC) in convenzione con Aruba, rilascio gratuito del tesserino plastificato di iscrizione allOrdine

•  di consulenza gratuita legale e di informazione giuridica ed assicurativa per il rischio professionale

•  di convenzione per servizi bancari con la Banca di Piacenza

E’ stato istituito il Punto di ascolto dell’OMCeO Piacenza per dare a cittadini, medici ed associazioni un riferimento costante ed amichevole per ogni loro necessità, allo scopo di migliorare la comunicazione fra medici e cittadini e favorire il rapporto medico paziente. Con soddisfazione possiamo dire che dal 1 gennaio 2012 al 31 dicembre 2013 la Vice Presidente Anna Maria Greco ha dato ascolto e gestito 21 segnalazioni, riuscendo ad evitare il ricorso a contenziosi legali; il dato più positivo è comunque la netta riduzione delle segnalazioni dall’inizio alla fine di detto periodo, che riteniamo sia una diretta conseguenza di una crescente attenzione dei medici agli aspetti deontologici della professione ed in particolare del rapporto medico paziente.

Con la collaborazione della Associazione dei Medici Legali di Piacenza sono stati organizzati numerosi eventi formativi su temi deontologici, professionali, clinici e previdenziali, quasi tutti accreditati ECM. 

In particolare, il Convegno organizzato il 26 ottobre 2013  “La certificazione di malattia del dipendente pubblico e privato” ha attratto l’attenzione dei media a livello nazionale, soprattutto per la ferma denuncia dei paradossi normativi recentemente introdotti a danno dei medici, e per il rilancio in sede ufficiale della proposta di autocertificazione dei primi giorni di malattia, costituendo un esempio di come l’Ordine possa svolgere un ruolo di critica costruttiva e propositiva nei confronti di un Legislatore a volte disattento o mal informato. 

Le  maggiori  testate  giornalistiche  e televisive nazionali  hanno  pubblicando numerosi articoli,  alcuni  dei  quali  riportati  nella  sezione  OMCeO  Piacenza  e visibili sul nostro sito al link https://www.ordinemedici.piacenza.it/index.php/dalla-stampa/l-omceo-piacenza

A tali eventi hanno partecipato il Presidente della FNOMCeO Bianco, il Presidente dell’ENPAM Oliveti, il Vice Presidente vicario dell’ENPAM Malagnino, i Presidenti degli Ordini di Milano, Bologna, Latina, Torino, Ferrara, Reggio Emilia, Parma, Massa Carrara, Pistoia, Varese, Udine, Venezia, Pordenone, Verbano Clusone Ossola, e Delegati degli Ordini di Roma, Brescia, Salerno, Isernia, Ascoli Piceno ed i rappresentanti nazionali dei maggiori sindacati e delle associazioni scientifiche dei medici.

A questi eventi hanno partecipato complessivamente 745 medici, 665 iscritti al nostro Ordine e 80 iscritti ad altri Ordini; sono stati assegnati complessivamente 3777 crediti ECM, tutti gratuitamente. 

Un grazie alle colleghe ed ai colleghi che sono stati relatori ai nostri convegni: A. M. Andena, T. Arcelloni; D. Aschieri, M. Avitabile, N. Barbieri, S. Barbieri, A. Beoni, R. Bocchi, A. G. Bolognesi, G. Bottazzi, O. Calatroni, D. Carini, A. Cella,  E. Contardi, G. Delfanti, E. Sabrina, F. Fichera, T. Folin, F. Fontana, F. Franchi,  U. Gandi, G. Gregori, D. Imberti, G. Lombardi, L. Luchetti, F. Micheli, M. C. Molinaroli, S. Orlando, E. Pedretti, F. Pugliese, G. Ratti, M. Rebecchi, E. Rota, A. Rossi, R. Sacchetti, D. Sacchini, R. Scarpioni, G. Tolomeo, P. S. Turano, M. Valdini.

E’ stato completamente rinnovato il sito web, nel quale vengono pubblicate notizie, comunicazioni, bandi di concorso, articoli che riguardano l’Ordine e la sanità piacentina, relazioni, foto e video delle assemblee e  dei convegni del nostro Ordine e molto altro ancora, a disposizione degli iscritti e degli utenti.

Le comunicazioni riservate agli iscritti sono invece poste nell’area protetta, alla quale è possibile accedere dopo la registrazione, operazione che richiede solo pochi minuti.

A tutti gli iscritti che hanno fornito alla segreteria un indirizzo di posta elettronica sono stati inviati i primi 12 numeri della Newsletter dell’OMCeO Piacenza, strumento di informazione rapida e di collegamento al sito per i visitatori occasionali. Se non l’avessi ricevuta comunica alla nostra segreteria 0523-323848 o info@ordinemedici.piacenza.it il tuo indirizzo di posta elettronica ed il numero del tuo telefono portatile, per poter essere contattata/o direttamente o tramite SMS in caso di necessità.

La grafica è stata aggiornata, anche con la creazione del nuovo logo dell’OMCeO Piacenza.

E’ stato predisposto il “Documento di benvenuto per i nuovi iscritti” per fornire ai giovani colleghi i primi consigli ed i primi indirizzi utili per l’inizio della professione, mentre è ancora in fase di realizzazione il “Vademecum medici”, documento già elaborato ed adottato da altri Ordini provinciali al fine di migliorare il dialogo e la collaborazione fra colleghi, allo scopo di meglio conoscere e gestire i reciproci problemi e di migliorare la qualità della assistenza al cittadino.

Per quanto si riferisce alla partecipazione istituzionale  dell’Ordine ai problemi di carattere sanitario della nostra provincia il Consiglio direttivo ed il Presidente sono intervenuti sui temi della organizzazione territoriale delle cure, sulla questione del 118, sulla indebita e pericolosa aggressione mediatica alla professione messa in atto per presunti casi di responsabilità professionale; è cresciuta la attenzione della stampa e della televisione locale agli eventi organizzati dall’OMCeO e dai medici piacentini, come sono aumentate le testimonianze positive sulla sanità piacentina, di cui stiamo costituendo un archivio sul nostro sito, a giusto riconoscimento dei medici piacentini.

Riteniamo che la scelta fatta all’inizio del mandato di allargare ad avvocati, magistrati, giornalisti, assicuratori il dibattito su temi importanti e per noi sofferti come la responsabilità professionale, la medicina difensiva, il segreto professionale e la certificazione di malattia abbia contribuito a creare nella nostra provincia una maggiore considerazione e prudenza da parte delle istituzioni e dei media sui temi caldi di cui abbiamo trattato. Su questa strada, dopo di noi, si stanno ora muovendo altri Ordini e la stessa FNOMCeO.

Su richiesta di Confagricoltura, della Associazione degli Agronomi e del Centro servizi per il volontariato di Piacenza abbiamo partecipato alla organizzazione di eventi su temi sanitari o socio-sanitari ai quali hanno partecipato relatori illustri come il Prof. Alberto Martini, Direttore della UO Complessa dell’Istituto Gaslini di Genova, il Prof. Camillo Ricordi, Direttore dell’Istituto di ricerca sul diabete e trapianti dell’Università di Miami, il Prof. Filippo de Braud, Capo dipartimento di Medicina oncologica dell’IRCCS Istituto Tumori di Milano ed i nostri iscritti Prof. Fabrizio Franchi e Dott. Oreste Calatroni.

In ambito regionale e nazionale siamo stati presenti e partecipi alle attività istituzionali, e promotori della richiesta di revisione della legislazione per la certificazione di malattia, che seppur lentamente procede sotto l’egida della FNOMCeO dopo l’unanime consenso alla nostra iniziativa ottenuto da parte dei partecipanti al convegno di ottobre.

Per coinvolgere tutti gli iscritti nella revisione del Codice di deontologia medica, ancora in corso, abbiamo deciso di pubblicare sul nostro sito la bozza sottoposta dal Comitato Centrale alle osservazione del Consiglio, raccogliendo le osservazioni degli iscritti prima di provvedere alla stesura degli emendamenti proposti dal nostro Ordine. Emendamenti che sono ora al vaglio, insieme a quelli proposti dagli altri OMCeO, della apposita Commissione nazionale che al termine del suo lavoro elaborerà una nuova bozza da sottoporre al Comitato Centrale e successivamente ai Consigli provinciali. Quando questo avverrà pubblicheremo nuovamente la bozza sul nostro sito, per darvi le opportune informazioni e per avere il vostro contributo.

La previdenza dei medici e degli odontoiatri, ed in particolare la gestione della Fondazione ENPAM, sono stati in questi due anni oggetto di discussioni e interventi in Consiglio nazionale ENPAM, anche con l’ausilio di relazioni tecniche dei nostri consulenti, e di relazioni e dibattiti nel corso dei due Convegni organizzati a Piacenza nell’ottobre 2012 e nel settembre 2013.

In tutte quelle occasioni, e nella comunicazione del Presidente agli iscritti del 05 novembre 2012, abbiamo rappresentato le nostre preoccupazioni riguardo la sostenibilità del nostro sistema pensionistico e le nostre osservazioni critiche riguardo la gestione della Fondazione ENPAM.

Tutto questo, ovviamente, non vuol essere un atto di accusa contro nessuno né tantomeno un attentato alla credibilità della Fondazione, ma un legittimo e doveroso esercizio di controllo e di critica attuato in nome e per conto dei medici e degli odontoiatri piacentini.

Per questi stessi motivi vi invitiamo tutti, medici ed odontoiatri, giovani e meno giovani, ad interessarvi al problema ed a ritenere necessario conoscere e giudicare le affermazioni, le azioni ed i risultati dei vostri rappresentanti e degli amministratori, noi compresi per la nostra parte di responsabilità.

Per quanto si riferisce alla gestione ed alla amministrazione del nostro Ordine vi ricordiamo solo alcuni dati estrapolati dalle relazioni del Tesoriere e dai bilanci (pubblicati sul sito): la quota di iscrizione è stata ridotta di 10 Euro, ma nonostante questo e nonostante il nuovo e non indifferente costo della attività formativa, le entrate e le uscite sono in pareggio. La riduzione dei costi è stata determinata dalla disdetta dei locali in affitto (per il modesto utilizzo che se ne era fatto) dall’interruzione della impaginatura, stampa e spedizione del Bollettino bimestrale a cura di una tipografia piacentina e dalla rinuncia del Presidente alla indennità di carica. 

La ristrutturazione e la climatizzazione della sede hanno determinato costi per circa 70.000 Euro, ed hanno ridotto l’avanzo di gestione a 72.771,00 Euro.

L’attività della Commissione Albo Odontoiatri si è svolta, oltre  che con la regolare  partecipazione alle riunioni del Consiglio direttivo, con le consuete riunioni a cadenza mensile, destinate al disbrigo dell’ordinaria amministrazione, e con l’organizzazione di serate nell’ambito del programma dei “Giovedì dell’Ordine”, accreditate ECM.  Queste serate hanno riguardato argomenti deontologici e di responsabilità professionale. L’iniziativa ha riscosso un buon apprezzamento presso i colleghi odontoiatri e non, che hanno partecipato numerosi alle serate. Il Presidente della Commissione ha inoltre attivamente partecipato all’attività della CAO nazionale e regionale, presenziando a tutte le riunioni convocate a Roma e Bologna. Membri della Commissione hanno costantemente partecipato alle riunioni della commissione regionale pubblicità che è culminata con la messa a punto di un regolamento che ha l’obiettivo di uniformare, nei limiti del possibile, la pubblicità sanitaria nella regione Emilia Romagna. Tutta la commissione, nel corso del triennio, ha costantemente vigilato sulla corretta applicazione delle norme approvate in campo di pubblicità sanitaria e di regolarità nell’esercizio della professione sia negli studi professionali che nelle strutture.

Le Commissioni ordinistiche hanno dato un importante contributo alla attività del Consiglio direttivo nella redazione del Documento di benvenuto ai neo iscritti e dei Regolamenti per la pubblicità sanitaria, per le Medicine non convenzionali e per la concessione del patrocinio e nella organizzazione dei Convegni “Il dolore cronico coniugato al femminile” e “La valutazione medico legale della persona anziana”. Per quello che hanno fatto ringraziamo i colleghi che hanno dato la loro disponibilità, per quello che non è stato fatto chiediamo scusa ai colleghi dei quali non abbiamo sfruttato la disponibilità.

Alcune Commissioni avrebbero potuto e dovuto fare di più, e se questo non è avvenuto è imputabile unicamente alla nostra responsabilità.

Nel 2014 intendiamo portare avanti le attività fin qui svolte, migliorandole per quanto possibile; per quanto attiene alla formazione organizzeremo il 24 maggio un Convegno sul Codice di deontologia medica, particolarmente incentrato sui rapporti fra colleghi e sui rapporti fra medici e pazienti, il 27 settembre un Convegno sul Fascicolo sanitario elettronico, patrocinato dalla Federazione Regionale, con la partecipazione di relatori e ospiti di rilievo nazionale, per fare il punto su una novità che modificherà in modo sostanziale la assistenza sanitaria, sia per i medici che per i cittadini.

Riprenderanno a breve gli incontri  formativi del giovedi sera, che saranno ancor più improntati al dialogo ed al confronto fra medici del territorio e medici ospedalieri, nella convinzione che tali incontri debbano costituire una occasione di formazione pratica, essenziale e fruibile per la quotidiana attività professionale di tutti noi e che possano rappresentare una buona opportunità di conoscersi e di condividere esperienze diverse, per migliorare la reciproca comprensione e realizzare una proficua collaborazione fra pari, nell’interesse del paziente.

I colleghi che si iscriveranno ai nostri corsi formativi riceveranno via mail le nozioni ritenute dai relatori propedeutiche ai corsi stessi; la lettura e la acquisizione di tali nozioni verrà data per scontata, ed i relatori potranno così dedicarsi unicamente alla trattazione ed alla discussione degli argomenti oggetto della formazione, applicando la nuova regola dell’ 1 ogni 3 in sostituzione della vecchia regola del 3 ogni 1 (cioè una diapositiva ogni 3 minuti anziché 3 diapositive ogni minuto).

Alla fine dell’anno, insieme, verificheremo i risultati di questo progetto.

Per quanto si riferisce alla comunicazione, ci proponiamo di migliorare ulteriormente il sito web e la newsletter e di raccogliere in una pubblicazione la attività e gli eventi del triennio 2012-2014, per opportuna testimonianza di quello che è accaduto e si è fatto; questa pubblicazione, che si chiamerà Piacenza sanitaria 2012-2014, sarà realizzata e consegnata nel prossimo dicembre agli iscritti, agli Ordini provinciali italiani ed alle Istituzioni locali.

All’inizio del mandato ci siamo posti l’obiettivo di far sentire i medici piacentini più uniti fra di loro e più vicini al loro Ordine professionale superando differenze e diffidenze che qualche volta precludono un dialogo ed una collaborazione di cui invece c’è grande bisogno; sappiamo di non aver ancora raggiunto la meta, ma riteniamo che questo debba essere un impegno comune, e perciò ti chiediamo di condividerlo con noi e di provare a raggiungerlo insieme nel 2014.

Questo è il programma, suscettibile di variazioni e di aggiustamenti anche sulla base delle osservazioni e delle indicazioni che riceveremo dagli iscritti.

I tuoi suggerimenti, le tue proposte e le tue critiche ci aiuteranno a migliorare.

                                                                                             Il Consiglio Direttivo dell’OMCeO Piacenza

Forse cercavi

Prevenzione e controllo dell’influenza – Raccomandazioni per la stagione 2019 – 2020

Con una circolare (in allegato a fondo pagina) la Regione Emilia – Romagna fornisce le …