28 Settembre 2022

Massimo Piepoli diventa professore associato dell’Università di Milano. Dirigerà la cardiologia al Policlinico San Donato

Importante riconoscimento per Massimo Piepoli, diventato professore associato dell’Università degli studi di Milano; il cardiologo piacentino andrà inoltre a dirigere l’Unità Complessa di Cardiologia Clinica del Policlinico di San Donato.

“Questo incarico è per me motivo di grande soddisfazione – spiega Piepoli, già in possesso dell’abilitazione all’insegnamento accademico -, ho sempre cercato di sviluppare la mia carriera in ambito universitario e in questi anni ho portato avanti varie collaborazioni, non solo con l’Università di Milano ma anche con gli atenei di Parma e Pisa. Ora si è verificata questa possibilità di lavorare direttamente all’interno dell’Università, ho partecipato ad un bando internazionale risultando vincitore e all’inizio del mese di ottobre sarò chiamato a prendere servizio”.

Piepoli lascia l’ospedale di Castel San Giovanni, dove dal novembre 2021 era responsabile della Cardiologia e dove aveva iniziato la propria carriera professionale dopo un’esperienza in Inghilterra presso l’università di Oxford e il conseguimento del dottorato di ricerca a Londra; successivamente ha lavorato all’ospedale di Piacenza, dove ha ricoperto l’incarico di direttore della Cardiologia. “La sanità piacentina è una realtà molto vitale – sottolinea lo specialista piacentino – che permette di crescere e di mettersi a confronto con le eccellenze a livello internazionale. La scienza ha bisogno di confronto e di dialogo e in questo senso il sistema sanitario piacentino mi ha dato la possibilità di mantenere numerosi contatti, soprattutto a livello europeo (Piepoli nelle scorse settimane è stato nominato vicepresidente della società Europea di Cardiologia, ndr). Il fatto che un professionista da Piacenza vada ad insegnare in una università prestigiosa penso possa essere motivo d’orgoglio anche per la realtà da cui proviene”. “A Castel San Giovanni, come era stato per Piacenza, – aggiunge – lascio una équipe estremamente ricca di professionalità ed esperienze”.

Per Piepoli la sfida futura – anche di fronte alle difficoltà attuali – è quella di “mantenere uno sguardo aperto in modo tale da continuare a crescere, investendo nella sanità per mantenersi attrattivi nei confronti delle professionalità mediche e infermieristiche”. “In un mondo dinamico come quello in cui viviamo – sottolinea – se non si accettano le sfide si rimane fermi”.

Forse cercavi

Distruzione di sostanze stupefacenti e psicotrope – Comunicazione Ausl Piacenza

L’Ausl di Piacenza – con una nota a firma del Direttore U.O.C. Farmacia Territoriale – …