25 Maggio 2022
Home / Homepage / Covid-19, firmato il nuovo decreto: le limitazioni per la provincia di Piacenza

Covid-19, firmato il nuovo decreto: le limitazioni per la provincia di Piacenza

Il Premier Giuseppe Conte ha firmato il nuovo Dpcm recante ulteriori misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19 sull’intero territorio nazionale.

Il provvedimento interessa direttamente la provincia di Piacenza (insieme a quelle di Modena, Parma, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Venezia, Padova, Treviso, Novara, Asti e Alessandria, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli e all’intera regione Lombardia) e prevede una serie di limitazioni.

Fra le misure adottate per i territori di cui sopra – si legge – “evitare ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita […], nonchè all’interno dei medesimi territori, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero spostamenti per motivi di salute. E’ consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza”.

Ai soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37,5° C) è “fortemente raccomandato di rimanere presso il proprio domicilio e limitare al massimo i contatti sociali, contattando il proprio medico curante”. Divieto assoluto di mobilità della propria abitazione o dimora invece per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena ovvero risultati positivi al virus.

Stop anche agli eventi e alle competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati (consentiti a porte chiuse, o all’aperto senza la presenza di pubblico), e alle manifestazioni organizzate, nonchè agli eventi in luogo pubblico o privato. Consentite le attitività di ristorazione e bar dalle ore 6 alle 18, con obbligo, a carico del gestore, di predisporre le condizioni per garantire la possibilità del rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

Il decreto prevede poi la sospensione dei servizi educativi per l’infanzia e delle attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado; non verranno invece sospesi i corsi per i medici in formazione specialistica e i corsi di formazione specifica in medicina generale, nonché le attività dei tirocinanti delle professioni sanitarie. Allo stesso modo si potranno svolgere i concorsi per il personale sanitario, ivi compresi gli esami di Stato e di abilitazione all’esercizio della professione di medico chirurgo, e quelli per il personale della protezione civile.

Sospesi i congedi ordinari del personale sanitario e tecnico, nonché del personale le cui attività siano necessarie a gestire le attività richieste dalle unità di crisi costituite a livello regionale. Viene poi disposto di adottare, in tutti i casi possibili, nello svolgimento di incontri o riunioni, le modalità di collegamento da remoto con particolare riferimento a strutture sanitarie e sociosanitarie, servizi di pubblica utilità e coordinamenti attivati nell’ambito dell’emergenza COVID-19.

LE MISURE IN VIGORE

La conferenza stampa del Presidente Conte

Forse cercavi

Inail – Nuovo applicativo per l’invio del certificato medico di infortunio sul lavoro

Inail ricorda che dal 28 aprile 2022 è operativo il nuovo servizio applicativo per l’invio …