22 ottobre 2018
Home / News / Campagna pro sicurezza “Chi aggredisce un medico, aggredisce se stesso”

Campagna pro sicurezza “Chi aggredisce un medico, aggredisce se stesso”

Di fronte all’aumento delle aggressioni ai danni del personale medico gli OMCeO di Bari e di Napoli hanno deciso di lanciare la campagna pro sicurezza “Chi aggredisce un medico, aggredisce se stesso. Difendiamo chi difende la nostra salute”.campagna-sicurezza-bari-napoli

“La cronaca quotidiana – spiegano i presidenti dei due Ordini Filippo Anelli e Silvestro Scotti – è costellata, purtroppo, di episodi di violenza ai danni dei medici. Le aggressioni verbali o fisiche e il clima di insicurezza e di paura, sono ormai all’ordine del giorno non solo per i medici della continuità assistenziale o del pronto soccorso, ma per tutti i colleghi. Si tratta di una situazione drammatica”.

“Ai poster in affissione abbiamo deciso di affiancare una campagna di sensibilizzazione sui social media che attiri l’attenzione dei cittadini, dei media e, in ultima istanza, delle istituzioni sulle condizioni di insicurezza in cui i medici italiani si trovano a lavorare quotidianamente. Perché crediamo che sicurezza per i medici voglia dire anche sicurezza per i cittadini”.

L’appello agli utenti è quello di sostituire per una settimana a partire da lunedì 27 marzo l’immagine del loro profilo Facebook con l’icona della campagna e a condividere il post che spiegherà le motivazioni della campagna sicurezza.

Forse cercavi

“ENPAM – Per una Previdenza e Assistenza condivise” – Piacenza, 17 novembre 2018

Convegno – organizzato dall’OMCeO Piacenza – “ENPAM – per una Previdenza e Assistenza condivise“, in …