21 Settembre 2019
Home / News / Alluvione nel piacentino, l’Enpam pronta a sostenere i colleghi

Alluvione nel piacentino, l’Enpam pronta a sostenere i colleghi

La Fondazione Enpam è pronta a intervenire in supporto dei medici e dei dentisti danneggiati dall’alluvione che all’alba di lunedì 14 settembre ha colpito il territorio piacentino. Tante le situazioni di criticità segnalate; lo scenario è particolarmente grave soprattutto a Farini e nella zona dell’Alta Valnure.

image-4

I camici bianchi danneggiati possono richiedere alla Fondazione un contributo economico e ottenere sussidi straordinari per i danni alla prima abitazione o allo studio professionale e per i danni ad automezzi, attrezzature e altri beni mobili. Chi lavora esclusivamente come libero professionista inoltre può richiedere l’erogazione di un reddito sostitutivo.

Le misure si estendono anche ai familiari di iscritti deceduti che percepiscono dall’Enpam una pensione di reversibilità o indiretta (per esempio: vedove, orfani). Medici e i dentisti che esercitano esclusivamente la libera professione, costretti a interromperla a causa dell’alluvione, potranno chiedere un contributo di 80,58 euro per ogni giorno di astensione dal lavoro, fino a un massimo di 365 giorni. Le domande dovranno essere inviate all’Ordine dei medici e degli odontoiatri di Piacenza.

I contributi di Enpam saranno messi a disposizione non appena le autorità avranno dichiarato lo stato di calamità naturale: la richiesta di tale provvedimento, ritenuta “necessaria e doverosa” nei confronti delle popolazioni colpite dall’alluvione, è appoggiata dal presidente Augusto Pagani e dal Consiglio Direttivo di OMCeO Piacenza. IMG 0549

RACCOLTA FONDI – Oltre che con Enpam, OMCeO Piacenza rimane in costante contatto con la Croce Rossa e gli amministratori locali: a seguito della riunione che si è svolta martedì 15 settembre, il Consiglio direttivo e il Collegio dei Revisori dei conti dell’Ordine hanno deciso di sostenere con un contributo economico la raccolta fondi avviata dal comitato provinciale di CRI a favore delle comunità di alluvionati della nostra provincia, invitando tutti gli iscritti a fare altrettanto.

Questi gli estremi per chi volesse contribuire alla raccolta:

Croce Rossa Italiana Comitato Provinciale di Piacenza IBAN IT 58 E 05156 12600 CC 00 000 37440 Banca di Piacenza – Sede. Causale: alluvione valli Nure e Trebbia

L’IMPEGNO DEI VOLONTARI – Dopo lo choc per la devastazione della furia dell’acqua, il territorio ha immediatamente reagito: centinaia i volontari scesi in strada con stivali, badili e pale per portare il loro aiuto. Fra di loro anche gli odontoiatri piacentini Marco Guglielmetti e Marco Zuffi (nelle foto), impegnati in queste ore nello sgombero delle macerie a Farini, una delle zone più duramente colpite dal disastro naturale.

Forse cercavi

Al Professor Luigi Cavanna il riconoscimento di “Piacentino dell’anno 2019”

Il Professor Luigi Cavanna, direttore del dipartimento di Oncologia-Ematologia dell’Ospedale di Piacenza, è il “Piacentino …