7 Luglio 2020
Home / Homepage / Aifa – Sospensione autorizzazione all’utilizzo di idrossiclorochina nel trattamento del Covid-19 al di fuori degli studi clinici

Aifa – Sospensione autorizzazione all’utilizzo di idrossiclorochina nel trattamento del Covid-19 al di fuori degli studi clinici

“Nella giornata del 26 maggio, AIFA ha comunicato sul proprio sito che nuove evidenze cliniche relative all’utilizzo di idrossiclorochina – seppur derivanti da studi osservazionali o da trial clinici di qualità metodologica non elevata – indicano un aumento di rischio per reazioni avverse a fronte di benefici scarsi o assenti”.

Così la Regione Emilia Romagna in una nota. “Pertanto, AIFA da tale data ha deciso, in attesa di prove più solide provenienti da studi clinici in corso, di sospendere l’autorizzazione all’utilizzo di idrossiclorochina per il trattamento dell’infezione da SARS-CoV-2 sia in ambito ospedaliero sia domiciliare, al di fuori degli studi clinici, escludendone conseguentemente l’uso dalla rimborsabilità. L’eventuale prosecuzione di trattamenti già avviati è affidata alla valutazione del medico curante”.

La decisione di AIFA è recepita nella nostra regione; è pertanto automaticamente annullato il Modulo prescrittivo previsto con le note regionali precedentemente diffuse.

“In ultimo – conclude la Regione – si riporta che AIFA ha precisato che, sulla base delle evidenze attualmente disponibili, non vi sono elementi per una rivalutazione del rapporto rischio/beneficio dell’uso on label del farmaco, per cui i pazienti con patologie reumatiche in trattamento con idrossiclorochina possono proseguire la terapia secondo le indicazioni del medico curante.

Forse cercavi

Zero decessi e zero contagi, Piacenza respira un po’

Da Libertà del 2 luglio 2020, a firma r.c.