16 Agosto 2022

A Luigi Cavanna, Andrea Magnacavallo e Giovanni Sindico le Onorificenze al Merito della Repubblica

Prestigioso riconoscimento per il Prof. Luigi Cavanna, il Dott. Andrea Magnacavallo e il Cap. Dott. Giovanni Sindico, nominati Cavalieri dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Le onorificenze, conferite con decreto del Presidente della Repubblica del 2 giugno 2021, vengono consegnate nel corso di una cerimonia in Prefettura a Piacenza.

Dodici, complessivamente, i riconoscimenti assegnati a Piacenza dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: tra gli insigniti anche l’Ing. Luca Baldino, Direttore Generale dell’Azienda USL di Piacenza, e la Dott.ssa Maria Gamberini, già  Direttore Amministrativo dell’Azienda Sanitaria. Istituito con la Legge 3 marzo 1951, n. 178 , l’Ordine al Merito della Repubblica Italiana è il primo fra gli Ordini nazionali ed è destinato a “ricompensare benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle lettere, delle arti, della economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte a fini sociali, filantropici ed umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari”.

Prof. Luigi Cavanna, dal 05/11/2004 è Direttore del Dipartimento di Oncologia-ematologia ASL di Piacenza. Numerosi gli incarichi ricoperti durante la sua carriera professionale:

• dal 31/03/1980 al 30/11/1981 – Assistente Medico (medicina Interna), Ospedale di Breno (BS) ;

• dal 01/12/1981 al 28/12/1994 – Dirigente Medico (Medicina Interna) ASL, Ospedale di Piacenza;

• dal 29/12/1994 al 29/3/2007 – Primario di struttura Complessa di medicina interna ASL, Ospedale di Piacenza;

• dal 10/8/2001 al 29/03/2007 – Responsabile dell’UOC di Oncologia, mantenendo la Direzione dell’UOC di Medicina Interna ASL di Piacenza;

• dal 30/03/2007 a tutt’oggi – Direttore di struttura Complessa di Oncologia Medica ASL di Piacenza;

• dall’8/01/2015 – Responsabile del Programma Aziendale “Oncologico ASL di Piacenza.

Nell’ambito della pandemia COVID 19 che ha messo a dura prova il sistema sanitario locale, quando non c’erano più letti disponibili in ospedale, quando i reparti erano stati trasformati in terapie intensive e quando il Pronto Soccorso era subissato dalle centinaia di richieste di assistenza, il Prof. Cavanna con la collaborazione del suo Caposala, ha iniziato a fornire assistenza a domicilio ai malati di Covid. Andando di casa in casa con farmaci e strumentazione per la diagnosi precoce, lavorando senza sosta tutti i giorni, il Primario di Oncologia ha seguito centinaia di malati, per lo più anziani, facendo sì che, grazie al suo intervento, di questi solo pochi abbiano avuto bisogno di una terapia intensiva e dunque del ricovero in ospedale, mentre nessuno è deceduto. Il Prof. Cavanna con il suo “modello Piacenza” è diventato in tutto il mondo un esempio di buona sanità. Per il suo operato nell’ambito della pandemia ha ricevuto innumerevoli riconoscimenti.

– – – –

Dott. Andrea Magnacavallo, da agosto 2015 è Responsabile del programma aziendale “Area dell’emergenza” che comprende i Pronto Soccorso dei tre ospedali aziendali (Piacenza, Castel San Giovanni e Fiorenzuola), l’emergenza territoriale e i due punti di Primo Intervento della montagna (Bobbio e Farini). Durante la sua carriera professionale nella sanità pubblica ha ricoperto gli incarichi di:

• Specialista ambulatoriale geriatra presso l’AUSL di Reggio Emilia (dal dicembre 1997 al giugno 1998);

• Dirigente Medico presso UOC Pronto Soccorso e medicina d’urgenza P.O. di Piacenza (da luglio 1998 a giugno 2003);

• Responsabile UOS Pronto Soccorso Ospedale di Piacenza (da luglio 2003 a maggio 2009);

• Direttore UOC “Pronto Soccorso /OBI/Medicina d’Urgenza” Ospedale di Piacenza (da giugno 2009 a oggi);

• Responsabile programma aziendale “Area dell’Emergenza” (da febbraio 2015 a oggi).

Durante l’emergenza COVID alla guida della prima linea degli operatori sanitari, con il Pronto Soccorso di Piacenza, ha fronteggiato l’epidemia già dal 21 febbraio 2020. Insieme ai colleghi ha gestito la drammatica ondata dei contagiati impegnandosi in prima persona oltre il proprio ruolo. E’ il simbolo di chi ha prestato soccorso a centinaia di pazienti COVID arrivati in emergenza con grave insufficienza respiratoria e soli, perché non potevano essere accompagnati da un familiare, assistendoli non solo dal punto di vista clinico ma anche con tutta l’umanità possibile. Sempre propositivo e partecipe, ha supportato l’intera Azienda nella governance dell’emergenza portando le proprie competenze e l’esperienza sul campo a sostegno delle scelte organizzative che hanno trasformato l’Azienda nel primo semestre del 2020.

– – – –

Cap. Dott. Giovanni Sindico, Ufficiale del Corpo della Sanità Militare già in forza al Polo Mantenimento Pesante Nord di Piacenza. Durante l’emergenza pandemica, ha operato con spirito di servizio ed esemplare impegno. In particolare, all’indomani del suo rientro da teatro Operativo internazionale del NIGER, a causa del precipitare dell’emergenza epidemiologica, era dislocato presso l’Ospedale Civile di Piacenza dove si poneva a coordinamento degli equipaggi delle 5 ambulanze, giunte in concorso dall’area Operativa di Forza Armata. Adoperandosi in prima persona anche quale membro di equipaggio, non ha mai fatto mancare il supporto alle Direzioni dei Poli, individuando soluzioni nella gestione delle misure di contenimento a favore del personale dipendente. Inoltre, i protocolli messi in atto hanno consentito a tutto il personale sanitario da Lui coordinato, e per tutta la durata dell’emergenza, di lavorare in assoluta sicurezza prevenendo ogni forma di un eventuale contagio, segno anche questo di capacità di analisi e di eccezionale competenza.

– – – –

L’OMCeO Piacenza, con il Presidente Mauro Gandolfini e il Consiglio Direttivo, rivolge a Luigi Cavanna, Andrea Magnacavallo e Giovanni Sindico le più sentite congratulazioni per la prestigiosa onorificenza, riconoscimento del loro impegno, della competenza e delle qualità umane e professionali

Forse cercavi

Chiarimenti su obbligo formativo ECM in materia di radioprotezione – Nota Ministero Salute

La FNOMCeO trasmette una nota del Ministero della Salute in riscontro alla richiesta formulata dalla …