17 Dicembre 2018
Home / Concorsi e graduatorie / Formazione medicina generale, annullato il test del 25 settembre

Formazione medicina generale, annullato il test del 25 settembre

Sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana dell’11/09/2018, n. 72 – 4° serie speciale concorsi -, è stato pubblicato l’avviso relativo all’annullamento della data del concorso per l’ammissione ai corsi di formazione specifica in medicina generale 2018/2021 già fissata per il 25 settembre 2018. Da stabilire la nuova data.

Una decisione alla quale si è arrivati dopo la richiesta del ministro della Salute, Giulia Grillo – attraverso una lettera inviata al coordinatore della Commissione Salute delle Regioni, Antonio Saitta e al coordinatore Vicario Commissione Salute, Sergio Venturi – di riattivare “le opportune iniziative per la riapertura dei bandi” di concorso del corso di formazione specifica in medicina generale e fissare una nuova data del concorso” a seguito dell’intesa tra Stato e Regioni sulla proposta di riparto delle quote vincolate per gli obiettivi di Piano 2018, nell’ambito della quale sono stati accantonati 40 milioni per finanziare ulteriori 860 borse di studio annue per i medici di medicina generale nel triennio 2018-2021.

Richiesta alla quale la Conferenza delle Regioni ha risposto con una nota nella quale si informa “della presa d’atto delle indicazioni del Ministro per la riformulazione dei bandi”.

“Le Regioni – si legge – sono impegnate nella ricerca di soluzioni percorribili per utilizzare le quote vincolate agli obiettivi di Piano sanitario nazionale anno 2018, pari a 40 milioni di euro, per finanziare ulteriori borse di studio (triennio 2018-2021) del corso di formazione in medicina generale, in misura tale da raggiungere l’obiettivo di 2000 borse a livello nazionale”.

FNOMCEO: “BENE RIAPERTURA BANDI” – “Ringraziamo il Presidente Stefano Bonaccini e la Conferenza delle Regioni per aver dato seguito alle istanze del Ministro della Salute Giulia Grillo, perorate con compattezza dall’intera classe medica, volte a riformulare i bandi di concorso per l’accesso al Corso di Formazione Specifica in Medicina Generale, in modo tale da potervi includere le borse aggiuntive finanziate con i 40 milioni di euro accantonati a tal fine nel riparto del Fondo sanitario nazionale”.

Così Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (Fnomceo), commenta la decisione di riaprire i bandi, facendo slittare la prova prevista per il 25 settembre a una nuova data.

“Un grazie particolare – continua Anelli – al Ministro Grillo, per la determinazione con la quale ha portato a casa il risultato storico del raddoppio delle borse, obiettivo da tempo indicato dalla Fnomceo come utile a risolvere la grave carenza di medici di Medicina Generale che già sta mostrando i suoi primi effetti”.

È notizia di questi giorni, infatti, che, a Brescia, settantamila cittadini sono ‘orfani’ di un medico di famiglia esclusivo e vengono ‘agganciati’ a medici che hanno già superato il massimale; nei prossimi tre anni trecento professionisti andranno in pensione e solo una trentina di giovani colleghi arriverà a sostituirli. Sono duecento, invece, i medici di Medicina Generale che mancano all’appello in Sardegna, dove le zone ‘scoperte’ rimangono le stesse da tre anni.

“Facciamo conto proprio su questa determinazione del Ministro – conclude il Presidente Fnomceo – per avere in tempi celeri la nuova data per il concorso e la riapertura dei termini, in modo da fugare le incertezze dei giovani medici che aspirano a completare la loro formazione scegliendo la strada della Medicina Generale”.

Forse cercavi

Regioni – Fnomceo: nasce il Tavolo di Confronto permanente

Un tavolo di Confronto permanente tra la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e …