18 Ottobre 2019
Home / Comunicati FNOMCeO / “Progettiamo il Futuro”: il Documento della Professione Medica e Odontoiatrica

“Progettiamo il Futuro”: il Documento della Professione Medica e Odontoiatrica

Dieci punti per una revisione della Governance in Sanità; sei ambiti di assunzione di responsabilità della Fnomceo a livello istituzionale; otto direttrici di azione politica;  altrettante linee di impegno dei singoli Ordini nei confronti dei Cittadini, della Professione, degli Iscritti.

È questa la struttura del Documento “Progettiamo il futuro” (in allegato in calce all’articolo), una vera e propria Dichiarazione programmatica per lo Sviluppo della Professione che, partendo dalle risultanze della III Conferenza Nazionale della Professione Medica e Odontoiatrica di Rimini, e dopo un complesso lavoro di revisione e implementazione, disegna, in maniera organica e articolata, le rotte, le strategie, gli impegni dei prossimi anni.

Il Documento è stato presentato in tutti i suoi aspetti a Bari il 16 settembre scorso e, dopo ampio dibattito, approvato all’unanimità dal Consiglio Nazionale Fnomceo.

“La Terza Conferenza della Professione medica e Odontoiatrica di Rimini  – si legge nell’incipit del Documento – ci ha detto, in modo inequivocabile, che la migliore difesa della nostra autonomia è la costruzione di una professione che si impegna a ricontestualizzare i nostri principi, i nostri valori, i nostri doveri ma anche i nostri diritti all’interno di un ambiente sociale, culturale ed economico in continuo cambiamento. […]

I medici devono esprimere il loro parere sui problemi che assillano la società, dai delicati problemi di inizio e fine vita, alla cronicità, alla cura degli anziani e alla fragilità, dal costo della sanità alle contraddizioni del diritto, dai rischi ambientali, al consumerismo. È questo che la gente si aspetta e che restituisce autorevolezza e ruolo alla professione”.

“Siamo arrivati a Rimini per guardare al futuro: ora abbiamo gli strumenti per farlo” aveva affermato il Presidente della Fnomceo Roberta Chersevani, a chiusura dei lavori della III Conferenza. Ora questi strumenti sono a disposizione di tutta la Professione e al servizio dei pazienti e dei cittadini.

“Rivisitare il ruolo e i doveri del medico nella realtà presente multidimensionale –  conclude infatti il Documento -, significa recuperare il senso più profondo di cura dove scienza, cultura, valori, sensibilità, e soprattutto la personalizzazione permettono di accedere al malato quale persona per consolidare l’alleanza terapeutica”.

Il documento

Forse cercavi

Aruba Pec – Dismissione protocolli obsoleti per la gestione delle caselle di posta elettronica certificata

La FNOMCeO informa della nota ricevuta da Aruba PEC S.p.A., uno dei gestori delle caselle …