20 Agosto 2019
Home / Comunicati FNOMCeO / Prescrizione di farmaci anoressizzanti, sentenza del Tar del Lazio

Prescrizione di farmaci anoressizzanti, sentenza del Tar del Lazio

In riferimento alla vicenda sul divieto di prescrizione di farmaci anoressizzanti e la prescrizione di preparazioni galeniche magistrali contenenti sostanze stupefacenti, FNOMCeO segnala la sentenza del TAR Lazio, n. 03697/2016 (in allegato).

“Da tale sentenza – spiega la Federazione – si evince che il DM 24.1.2000,con il quale sono state disposte misure sanitarie restrittive per i medicinali anoressizzanti ad azione centrale diversi dalla fenfluramina, dexfenfluramina e pemolina, ha mantenuto la sua efficacia fino all’adozionedel successivo DM 4.8.2011, esplicitamente sostitutivo dello stesso”.

“Dalla ricostruzione della normativa in materia, infatti, si rileva che il divieto di prescrizione e somministrazione delle preparazioni galeniche anoressizzanti quali la fendimetrazina stato mantenuto nella sua vigenza: dall’art. 5, comma 2, della legge n. 94/1998; dall’art. 1 del DM 24.1.2000; dall’ad. 2 del DM 18.11.2003; dall’art. 3 comma 1 lettera a) del D.Lgs. n. 219/2006.

 

La nota FNOMCeO

La sentenza del Tar del Lazio

Forse cercavi

Compenso CTU, fatturazione elettronica e ritenuta d’acconto IRPEF: le precisazioni dell’Agenzia delle Entrate

La FNOMCeO segnala che l’Agenzia dell’Entrate, con la risposta n. 211 del 27 giugno 2019 …