20 Settembre 2019
Home / Comunicati FNOMCeO / Nota AIFA – Aumento del rischio di morte cardiovascolare e mortalità per qualsiasi causa nei pazienti trattati con Febuxostat

Nota AIFA – Aumento del rischio di morte cardiovascolare e mortalità per qualsiasi causa nei pazienti trattati con Febuxostat

L’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha reso pubblica una nota in cui rende disponibili nuove informazioni sull’aumento del rischio di morte cardiovascolare e mortalità per qualsiasi causa nei pazienti trattati con febuxostat nell’ambito dello studio CARES.

Nella nota si evidenzia che Febuxostat è un inibitore selettivo non purinico della xantina ossidasi che manifesta un’attività anti-iperuricemica riducendo la formazione di acido urico. In uno studio clinico di fase IV (lo studio CARES) condotto su pazienti affetti da gotta con un’anamnesi di malattia cardiovascolare (CV) importante, è stato osservato un “rischio significativamente maggiore di mortalità per qualsiasi causa e di morte per cause cardiovascolari nei pazienti trattati con febuxostat rispetto ai pazienti trattati con allopurinolo”.

Inoltre,” il trattamento con febuxostat nei pazienti con malattia CV importante preesistente (ad esempio infarto miocardico, ictus o angina instabile) deve essere evitato, tranne quando non siano disponibili altre opzioni terapeutiche adeguate”. AIFA coglie l’occasione per ricordare agli operatori sanitari di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione dell’Agenzia Italiana del Farmaco.

Sito web: www.agenziafarmaco.gov.it/content/come-segnalare-una-sospetta-reazione-avversa o direttamente on-line all’indirizzo http://www.vigifarmaco.it.

LA NOTA AIFA

Forse cercavi

Commissione ECM: bonus 30 crediti per dossier formativo e debiti ridotti per medici in aree del sisma

La FNOMCeO informa di due importanti novità in tema di normativa ECM approvate dalla Commissione …