25 Giugno 2019
Home / Comunicati FNOMCeO / Farmaci biologici, Tar Toscana: “Va garantita la centralità della valutazione medica”

Farmaci biologici, Tar Toscana: “Va garantita la centralità della valutazione medica”

Il Tar Toscana, con sentenza n. 400/19, ha affermato che in ordine ai farmaci biologici deve essere garantita la centralità della valutazione medica.

In particolare – sottolinea la FNOMCeO in una comunicazione – il Tribunale ha sancito che “stabilire che la valutazione deve essere improntata sulle politiche di governance della spesa e della sostenibilita dell’assistenza farmaceutica regionale, vuol dire proprio negare quella centralità della valutazione medica e appropriatezza terapeutica che, con specifico riferimento ai farmaci biologici, ove non vi è una integrale sovrapponibilità tra farmaci pur indirizzati alle cura delle medesime patologie, comporta la illegittimità della delibera impugnata“.

Dunque, in altri termini, risulta illegittima, con riferimento ai farmaci biologici, la previsione di un meccanismo autorizzatorio che àncora l’acquisto in deroga di farmaco biologico non aggiudicato, non già alla valutazione medica di appropriatezza di cura e di garanzia della continuità terapeutica, bensì esclusivamente a valutazione di carattere economico“.

LA COMUNICAZIONE FNOMCeO

LA SENTENZA DEL TAR TOSCANA

Forse cercavi

A Piacenza la due giorni degli Stati Generali della Ricerca, focus sulle Scienze della Vita – VIDEO

Le Scienze della Vita sono state al centro della due giorni degli Stati Generali della …