6 Luglio 2020
Home / Comunicati FNOMCeO / Disposizioni anticipate di trattamento, il regolamento della Banca dati nazionale

Disposizioni anticipate di trattamento, il regolamento della Banca dati nazionale

La FNOMCeO segnala che sulla Gazzetta Ufficiale n.13 del 17-1-2020 è stato pubblicato il decreto 10 dicembre 2019, n. 168 recante “Regolamento concernente la banca dati nazionale destinata alla registrazione delle disposizioni anticipate di trattamento”.

Obiettivo della Banca dati nazionale è quello di effettuare la raccolta di copia delle disposizioni anticipate di trattamento di cui all’articolo 4 della legge n. 219 del 2017, garantirne il tempestivo aggiornamento in caso di rinnovo, modifica o revoca e di assicurare la piena accessibilità delle stesse sia da parte del medico che ha in cura il paziente, allorché per questi sussista una situazione di incapacità di autodeterminarsi, sia da parte del disponente sia da parte del fiduciario dal medesimo nominato.

La Banca dati nazionale, con le modalità definite nel disciplinare tecnico di cui all’articolo 10, consente la consultazione dei documenti in essa contenuti ai seguenti soggetti: il medico che ha in cura il paziente ed è chiamato ad effettuare accertamenti diagnostici, attuare scelte terapeutiche o eseguire trattamenti sanitari, laddove per il disponente sussista una situazione di incapacità di autodeterminarsi; il fiduciario, fino a quando conservi l’incarico; il disponente.

All’atto dell’accesso, il medico dichiara: le proprie generalità;
 l’iscrizione all’Ordine dei medici-chirurghi e degli odontoiatri; le generalità del disponente, attestandone l’incapacità di autodeterminarsi; di avere in cura il disponente o di avere necessità di effettuare scelte terapeutiche per lo stesso.

Il disciplinare tecnico allegato al decreto prevede che: “Nel caso di accesso da parte di un medico alla Banca dati nazionale delle DAT per verificare che lo stesso sia titolato ad accedere in qualità di medico alle informazioni sulle DAT nonché, se disponibile, alla copia delle DAT, nelle more della disponibilità dell’Attribute Authority di SPID è verificata l’iscrizione all’Ordine, dichiarata all’accesso, attraverso l’utilizzo dei servizi web della Banca dati messa a disposizione dalla Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri – FNOMCeO, che consente anche di accertare che l’iscrizione all’albo non sia sospesa o cancellata”.

LA COMUNICAZIONE FNOMCeO

IL DECRETO

IL DISCIPLINARE TECNICO

Forse cercavi

Fnomceo pronta a ricorso contro aumento posti a Medicina: “Non ci sono le condizioni”

13072: tanti saranno, secondo le determinazioni definitive del Ministero dell’Università e Ricerca, i posti a …