20 Maggio 2019
Home / Homepage / 4 / Cassazione Penale: condannato medico per omicidio colposo per aver prescritto il farmaco fendimetrazina

Cassazione Penale: condannato medico per omicidio colposo per aver prescritto il farmaco fendimetrazina

La FNOMCeO trasmette con una comunicazione la sentenza della Corte di Cassazione Penale n. 8086/19, che ha confermato la condanna per omicidio colposo di un medico endocrinologo e diabetologo per aver prescritto alla propria paziente, nel corso della dieta dimagrante a cui era sottoposta, il farmaco fendimetrazina nonostante il divieto di prescrizione e somministrazione del farmaco introdotto dal D.M. del 24/01/2000 e, comunque, per aver violato le disposizioni contenute nel D.M. 18/09/1997 in punto di durata del trattamento farmacologico (prescrivibile per un periodo non superiore a tre mesi), per averlo prescritto pur conoscendo i rischi che lo stesso poteva comportare e per aver somministrato alla paziente, unitamente alla fendimetrazina, altre sostanze farmacologicamente attive senza considerare lo stato psico-fisico della paziente (che aveva perso circa 7 kg di peso al mese) ed omettendo di acquisire le informazioni amnestiche e di disporre accertamenti clinici strumentali per valutare l’opportunita del trattamento farmacologico prescritto.

“Si rileva – osserva la Federazione – che la Corte di Cassazione ha ribadito che sul medico, portatore di una posizione di garanzia rispetto al paziente che a lui si affida, grava un obbligo di adeguata gestione del rischio che, nel caso di specie, è stato del tutto disatteso”.

LA COMUNICAZIONE FNOMCeO CON IL TESTO DELLA SENTENZA

Forse cercavi

Nota Aifa – Antibiotici chinolonici e fluorochinolonici: rischio di effetti indesiderati invalidanti

La FNOMCeO segnala che l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha pubblicato una nota (in allegato) …